Google e l’HTTPS. Una storia d’amore

Google e l’HTTPS

Da Gennaio 2017 è nata una nuova storia d’amore in rete, una storia che in molti si aspettavano ma che ancora non tutti conoscono.

L’HTTP (HiperText Transfert Protocol), il protocollo utilizzato per trasferire le pagine ipertestuali sul web, lo conosciamo ormai tutti, lo incontriamo ogni volta che inseriamo nella barra degli URL un indirizzo internet.

L’HTTPS è semplicemente una variante di tale protocollo; perché allora Google e l’HTTPS vanno tanto d’accordo?

“S” e lucchetti per una maggiore sicurezza

Di recente Google ha iniziato a privilegiare nelle sue pagine di ricerca i siti internet che utilizzano l’HTTPS a discapito dei siti HTTP, questo perché la “S”,che sta per Secure Socket Layer, offre una maggiore sicurezza per i dati inseriti dagli utenti.

Lo avete notato il lucchetto verde che appare oggi affianco agli URL? Ve lo mostriamo qui sotto.

Google e l'HTTPS

Questo lucchetto, solitamente affiancato dalla dicitura “Sicuro”, sta a indicare che il sito che state visualizzando utilizza un protocollo criptato: i dati inseriti dagli utenti non verranno quindi trasmessi in chiaro garantendo un ulteriore sicurezza durante la digitazione dei dati personali.

In pratica cosa fa l’ SSL?

Detta in parole molto semplice con il protocollo HTTPS i dati che vengono inseriti vengono criptati tramite un algoritmo matematico rendendoli praticamente indecifrabili dall’esterno. Semplice ed efficace, ecco perché Google premia questo nuovo protocollo, per puntare a migliorare la sicurezza sul web e dare nuova benzina alle regole che ne permettono l’utilizzo:

+ SICUREZZA = + FIDUCIA = + CONTATTI = + ACQUISTI

Avete un sito HTTP?

Non allarmatevi!

Il vostro sito continuerà a funzionare, ma sarebbe meglio iniziaste a pensare al trasferimento sul nuovo protocollo. Google ha già iniziato a preferire siti con l’HTTPS e quindi potreste perdere il vostro sudato posizionamento nelle pagine di ricerca. Inoltre il vostro sito sarà etichettato con l’etichetta “Non sicuro” che verrà visualizzata a sinistra del vostro URL e che potrebbe scoraggiare un potenziale cliente a inserire i proprio dati nei vostri form, oppure nell’acquisto di un prodotto sul vostro E-commerce.

Cosa fare per passare al nuovo protocollo?

La metodologia per passare al nuovo protocollo non è molto complicate ma è da valutare caso per caso.

Per ricevere maggiori informazioni o per un preventivo in merito potete sempre contattare il nostro Team che si occuperà di trasferire in tutta sicurezza il vostro sito e renderlo i nuovo attraente agli occhi di Google.

 

Contatta Too Bee Online

Share Post :

Altri interessanti articoli!

Lascia un commento